Anarchists and action

11351455_901365393253151_5033473491573452003_n

A.M. Bonanno

Anarchists are not slaves to number but continue to act against power even when the class clash is at a low level in the mass. Anarchist action should not therefore aim at organising and defending the whole of the class of the exploited in one vast organisation to see the struggle from beginning to end, but should identify single aspects of the struggle and carry them through to their conclusion of attack.
Read the rest of this entry »

Passion for Freedom – AudioZine

passionforfreedom_page_01-194x300

Passion for Freedom : An Interview with Jean Weir –Read – Imposed – Torrent – Archive – YouTube

Originally published in issue 8 of the magazine 325. , this interview with Jean Weir (of Insurrection magazine and Elephant Editions) features a critical and humble reflection on prison, insurrection, and anarchist publishing.

“We must never forget that — beyond the anecdotes and reminiscences, prison consists of so many reinforced boxes that millions of people all over the world are locked up in day and night. The latter are hostages of the State and live at the mercy of a hierarchy of vile cowards 24 hours a day.”

The moral split

gr02

Alfredo M. Bonanno

It is not enough for an action simply to be considered ‘right’ in order for it to be carried out. Other elements, such as the underlying moral judgement, are involved, which have nothing to do with the validity of the action. This becomes obvious when you see the difficulty many comrades have in carrying out actions that in themselves are in no way exceptional.

Read the rest of this entry »

Teoria e pratica dell’insurrezione — Alfredo M. Bonanno

cropped-banner2

Introduzione alla terza edizione

Introduzione alla seconda edizione

Introduzione alla prima edizione

Distruzione e coscienza

Del lavoro fatto

L’elemento contraddittorio

Del porre e del risolvere

Parte prima

I. Che cos’è l’insurrezione

Prima approssimazione essenziale

La limitatezza del movimento di massa

La struttura insurrezionale

L’obiettivo

Il progetto

La decodificazione dell’obiettivo

La violenza dell’attacco

L’occupazione

La parzialià della struttura del potere

II. Lotta rivoluzionaria e insurrezione

La necessità della prospettiva insurrezionale

III. La ribellione

Lo scettico

L’adeguarsi

La rottura

La marginalizzazione

La ribellione disordinata

La ribellione cosciente

Elementi di differenziazione

IV. La logica dell’insurrezione

V. Strategie e metodi insurrezionali

Lo sfruttamento

Strategie e metodi repressivi

Strategie e metodi rivoluzionari

Il problema della strategia

Il rapporto con il livello dello scontro

Le cose fatte a metà

Le cose ben fatte

L’autorganizzazione delle lotte

Un possibile progetto organizzativo

Di alcune porte aperte

Nessuna illusione

Parte seconda

I. “Sinistra Libertaria”

Il nostro programma

Repressione poliziesca e disponibilità rivoluzionaria

Un volantino contro le elezioni

Feltrinelli

Valpreda

Risposta al Gruppo anarchico “Franco Serantini” di Catania

Costruzione nella lotta dell’organizzazione insurrezionale

Risposta alle critiche

Un documento dei gruppi friulani di “Sinistra Libertaria”. Per i contratti

Bozza di un volantino realizzata nel corso dell’occupazione delle case a Milano

La politica come scienza del mantenimento di uno stato di malattia non estremamente grave

Il coraggio delle proprie azioni

II. I nuclei autonomi di base

Un chiarimento necessario

Uno strumento minimo di intervento per ricucire il tessuto delle lotte

Movimento autonomo di base ferrovieri del compartimento di Torino. Organizzazione del nucleo autonomo di base

III. Per l’organizzazione specifica

Chiarimenti necessari

Proposta organizzativa della Federazione Anarchica Scozzese

Schema di discussione per la stesura di un documento organizzativo della Federazione Anarchica Siciliana

IV. La lotta insurrezionale a Comiso contro la base missilistica

Premessa necessaria

La costruzione della base missilistica a Comiso si può impedire

Il movimento anarchico italiano e la lotta contro i missili a Comiso

Documento organizzativo delle Leghe Autogestite

Volantino agli operai dei servizi. (ENEL, SIP, Acquedotto e Nettezza urbana)

Lotta a Comiso e proposta di un Convegno Nazionale Anarchico

Verso l’occupazione della base missilistica

Lettera aperta al movimento anarchico da parte dei compagni anarchici attivi all’interno delle Leghe autogestite contro la base missilistica di Comiso

Insurrezionalismo e organizzazione di massa a Comiso. La lotta contro la base missilistica

Per un’occupazione di massa della base

Cosa bisogna fare per Comiso

Perché siamo per l’occupazione

Gli anarchici e la base del Partito comunista

Cosa significa occupazione di massa

Gli Americani sono già arrivati

La mafia è già a Comiso

Sindacati e lavoro pulito

Pacifismo non vuol dire attesa e rassegnazione

La realtà delle Leghe autogestite

Discorso al PCI

Tutti a Comiso. Volantino per l’occupazione

La lotta a Comiso. Elementi di critica e autocritica

V. A noi il papa non piace

Introduzione necessaria

Comizio tenuto a Trento. Piazza Fiera, 22 aprile 1995

Comizio tenuto a Trento. Piazza Battisti, 23 aprile 1995

Comizio tenuto a Pergine. 24 aprile 1995

Comizio tenuto ad Ala. 25 aprile 1995

Comizio tenuto a Rovereto

L’idea di Dio come fondamento dell’autorità

Chiesa e potere

Preti neri preti rossi preti gialli

Sulla carne di gesso

Inchiesta sull’esistenza degli angeli custodi

Tra Washington e Campo de’ Fiori

La sbirraglia clericale

Il fantasma che garantisce e uccide

Gentili redattori di “Canenero”

Proclama

Read the rest of this entry »

Autonomous Base Nucleus

Capture-decran-2013-05-16-a-10

o.v.

Mass structures, autonomous base nucleii are the element linking the specific informal anarchist organisation to social struggles.

The autonomous base nucleus is not an entirely new form of struggle. Attempts have been made to develop these structures in Italy over the past ten years. The most notable of these was the Autonomous Movement of the Turin Railway Workers [1], and the Self-managed leagues against the cruise missile base in Comiso [2].

Read the rest of this entry »

Anarchists and Action

Minneapolis

A.M. Bonanno

From Insurrection September 1989

Anarchists are not slaves to number but continue to act against power even when the class clash is at a low level in the mass. Anarchist action should not therefore aim at organising and defending the whole of the class of the exploited in one vast organisation to see the struggle from beginning to end, but should identify single aspects of the struggle and carry them through to their conclusion of attack.
Read the rest of this entry »

Teoria e pratica dell’insurrezione

Date unknown
Girl power.
(via unexpectedtales)

Alfredo M. Bonanno

Introduzione alla terza edizione

Dieci anni sono tanti, ed è proprio il tempo passato dalla seconda edizione di questo libro, tempo tagliato a metà da una provvida ristampa. Mi sono spesso chiesto che fine faccia la carta stampata che, animaletti perniciosi, diffondiamo con sempre maggiori difficoltà. Quali effetti concreti ha essa sulla realtà in cui viviamo? Riusciamo a farci sentire? Oppure, come falene impazzite, ci aggiriamo nei dintorni della fiamma fino a bruciarci le ali?

In particolare questo libro ha avuto, fin dal momento della sua prima uscita, nel 1985, la pretesa di spingere alla lotta attraverso due strade: la teoria e la pratica. Si è potuto cogliere la parte visibilmente concretizzata di questa pretesa? Oppure tutto è andato via via dissolvendosi nel distinguo maniacale della scolasticizzazione, da un lato, e nell’equivoco muscolare di una forma ottusamente organizzativa, dall’altro lato? Non so rispondere a queste domande e ho visto lo smarrimento negli occhi dei miei non pochissimi ascoltatori nelle conferenze che sono andato facendo in giro in Europa negli ultimi quattro anni.

Read the rest of this entry »

On Amnesty

1235

There has been reference in some anarchist papers recently to the ‘struggle for amnesty’ taking place by prisoners in Italy. Even without knowing much of what has been happening there in recent years, it doesn’t take much reflection to see there is a contradiction in terms here. A ‘struggle’ for amnesty is at best a contra-diction, in its true light it is one of the latest swindles by the repressive apparatus of the Italian State, requiring the complicity of a large part of what was once its contestant (at least in its present form) Both inside and outside the prison walls. Hence the rivers of words, theories, justifications and platitudes, amounting to no more than a fairly generalised ‘throwing in the towel’. ‘The War is over’, and the same laws that churned out life sentences and allowed for the release of vile traitors and grasses, are now sanctioning amnesty. The order is: continue the struggle with other means. The ones used till now have made too much noise. Abandon everything. Put aside the class struggle. Abandon the revolution.
Read the rest of this entry »

Anarchists and Action

ludd-25

Alfredo M. Bonanno

Anarchists are not slaves to number but continue to act against power even when the class clash is at a low level in the mass. Anarchist action should not therefore aim at organising and defending the whole of the class of the exploited in one vast organisation to see the struggle from beginning to end, but should identify single aspects of the struggle and carry them through to their conclusion of attack.

If anarchists have one constant characteristic it is that of not letting themselves be discouraged by the adversities of the class struggle or to be enticed by the promises of power.

Read the rest of this entry »

Prison poster from Insurrection #4 (Elephant Editions)

37-c50c3cc654

www.elephanteditions.org