T-SHIRT BENEFIT COMPAGN* NO TAV ACCUSAT* DI TERRORISMO

1935400_1737537209812938_5801390470987367642_n

“La libertà fiorirà sulle rovine di ogni autorità”
t-shirt benefit per Lucio, Francesco, Graziano, Nicco, Claudio, Chiara e Mattia.

Tutto il ricavato andrà a supportare le spese processuali e legali dei/lle compagn* accusat* di terrorismo.
Per riceverle o per info scrivi alla mail del Laboratorio Anarchico La Zona di Bergamo: lab.lazona@gmail.com

Italy – News from the court of Turin

sunset

Several trials were held against comrades today Febbraio 9, 2016 in Turin. Let’s start with the trial
against Lucio Alberti, Francesco Sala and Graziano Mazzarelli, which we have had
occasion to talk about many times in recent months.

Read the rest of this entry »

Obbligo di dimora per Lucio, Francesco e Graziano

arton15825-a21e6

Ieri sono stati revocati gli arresti domiciliari anche a Lucio, Francesco e Graziano, come già nei giorni passati era accaduto a Mattia, Claudio e Niccolò. Se questi ultimi però non hanno altre misure cautelari che ne limitano la libertà, ai primi tre i giudici della Corte d’Appello hanno deciso di comminare degli obblighi di dimora nei Comuni in cui si trovavano ai domiciliari. I tre compagni possono quindi finalmente uscire di casa, dopo più di diciannove mesi passati tra carcere e domiciliari,  ma non dai Comuni in cui vivono.

macerie @ Febbraio 24, 2016

Nuove dal Tribunale

img_7_7895

Nel Palazzo di Giustizia di Torino, quest’oggi si sono svolte diverse udienze in cui sono coinvolti dei compagni.
Read the rest of this entry »

Udienza di appello per Lucio, Francesco e Graziano

processo-3web                 9feblufragra

Lucio a casa

7

Lucio è nuovamente ristretto agli arresti domiciliari, dopo due mesi di carcere per essere evaso dai domiciliari uscendo sul pianerottolo davanti al proprio appartamento. Il giudice ha inoltre disposto che questa misura cautelare sia gravata dall’impossibilità di incontrare e parlare con persone diverse dai propri conviventi. A Francesco
eGraziano, suoi coimputati nella seconda tranche del processo per il sabotaggio al cantiere di Chiomonte, è stato invece tolto questo divieto e possono così rincontrare e riabbracciare i propri amici e compagni.
Read the rest of this entry »

Lucio trasferito

3379667870_6334ee6f59_z-300x213

A neanche dieci giorni dal suo rientro in carcere a causa di una violazione degli arresti domiciliari, Lucio è stato oggi trasferito da San Vittore al carcere di Busto Arsizio da dove era uscito lo scorso maggio.

Per scrivergli, ecco l’indirizzo:

Lucio Alberti C.C. Via Cassano Magnago, 102 – 21052 Busto Arsizio (Varese);

Lucio di nuovo in cella

20b79df764a094a2dec936b38d76eb72

Da questa mattina, Lucio è di nuovo in carcere. Accusato di essere uscito abusivamente, qualche giorno fa, sul pianerottolo di casa per chiacchierare con alcuni compagni, è stato indagato per evasione e gli è stata revocata la misura dei domiciliari concessagli dopo la fine del primo grado del processo che lo vede accusati di aver partecipato all’attacco al cantiere del maggio 2013. Per ora è a San Vittore, per cui chi vuole può scrivergli lì. Proprio questa mattina, poi, si è tenuta a Roma l’udienza della Cassazione in merito alla aggravante di terrorismo per i tre, udienza richiesta questa volta dalla Procura di Torino. Non appena avremo notizie dell’esito ve ne daremo conto.

Lucio Alberti c/o
Casa Circondariale San Vittore
P.za Filangeri 2
20123 Milano

Aggiornamento 17 luglio. La Cassazione ha respinto la richiesta della Procura di Torino che avrebbe voluto reintrodurre l’aggravante di terrorismo nel processo di Lucio, Graziano e Francesco.

Cade (di nuovo) l’accusa di terrorismo, ennesima sconfitta per i pm con l’elmetto

notav-liberi-tutti-dalle-galere

La cassazione ha rigettato il ricorso dei pm: le accuse di terrorismo per Lucio, Francesco e Graziano vengono respinte. Così già si era espresso il tribunale del riesame il 29 dicembre scorso ma Padalino e Rinaudo, come cani aggrappati all’osso avevano ricorso in cassazione.
Non è servito a nulla: un altro ostacolo, l’ennesimo, viene a cadere sul tentativo di far passare le accuse di terrorismo con i reati 280, 280 bis, 270 sexies.

Prigionieri No Tav – Lucio dai domiciliari a San Vittore

tumblr_inline_nameax1EaB1qa1zlb

Dalla mattina del 16 luglio, Lucio è di nuovo in carcere. Accusato di essere uscito abusivamente, qualche giorno fa, sul pianerottolo di casa per chiacchierare con alcuni compagni, è stato indagato per evasione e gli è stata revocata la misura dei domiciliari concessagli dopo la fine del primo grado del processo che lo vede accusato di aver partecipato all’attacco al cantiere del maggio 2013. Per ora è a San Vittore, per cui chi vuole può scrivergli lì. Proprio questa mattina poi, si è tenuta a Roma l’udienza della Cassazione in merito alla aggravante di terrorismo per i tre, udienza richiesta questa volta dalla Procura di Torino. Non appena avremo notizie dell’esito ve ne daremo conto.

Lucio Alberti
Casa Circondariale San Vittore
P.za Filangeri 2
20123 Milano

macerie